Project Description

PROGETTI SPECIALI

Foto di Arianna Lodeserto

C’ero anch’io

Performance interattiva

di Gianni Farina
con Consuelo Battiston, Tamara Balducci, Leonardo Bianconi, Federica Garavaglia, Mauro Milone
regia, suono, luci Gianni Farina
animazioni e tecnica Lorenzo Camera
grafica Marco Smacchia
organizzazione e promozione Ilenia Carrone
una coproduzione E/Menoventi, Ravenna Festival

Sei un turista spaziotemporale che ha la possibilità di assistere a un evento che ha segnato irrimediabilmente la cultura del genere umano. Entra nella stanza, osserva la scena e decidi il tuo ruolo o semplicemente l'inquadratura che ti permetterà di provare ai tuoi amici che eri presente anche tu. Il fotografo è a tua completa disposizione per uno scatto indimenticabile, che ti verrà inviato e che entrerà a far parte di un album esposto ad uso e consumo dei prossimi visitatori.

C’ero anch’io
è una performance interattiva che si ripete per diverse ore ogni giorno.
L’idea consiste nel lavorare sulla staticità dell’attore che riesce comunque a trasmettere una vibrazione partecipando a una sorta di foto, un fermo-immagine che richiama un evento (reale o fantastico) che persiste nel tempo.
Gli attori immobili, sostenuti da un allestimento scenografico e illuminotecnico, cercheranno di riprodurre una situazione statica creando un’atmosfera ben definita; lo spettatore curioso potrà “entrare nel quadro” e viverlo nella sua tridimensionalità, esplorandolo come preferisce per decidere dove posizionarsi e farsi fare una foto in compagnia di questi eroi-manichini.
C’ero anch’io, spettatore di un grande evento dunque, e ho le prove (lo scatto di un fotografo locale che collabora al progetto) per dimostrare che contavo il battito del polso di carlo Magno nel giorno della sua dipartita, o davo un bacio a Giuda, o spiavo da dietro una tenda l’assassino di Meredith Kercher.
Gianni Farina e Consuelo Battiston sono le guide di queste due performance; davanti alle due porte chiuse spiegano ad ogni singolo spettatore il meccanismo del gioco, occupandosi inoltre di raccogliere i contatti di tutti i partecipanti per poter inviare la preziosissima foto-testimonianza in formato digitale nei giorni successivi.

#FAENZA
Palazzo Naldi, giugno 2014
fotografie di Marco Pozzi e Mattia Pasini

Losing a Shoe
A mezzanotte in punto, nell'appartamento del Principe Azzurro, 60 persone hanno preso parte a un istante leggendario.
GALLERY: https://www.facebook.com/media/set/?set=a.256329556504980&type=3

Ubik
Il 20 luglio 1969, mentre l'Apollo 11 atterra sulla luna, nel Stati Uniti una stanza si popola di fantasmi e visioni intorno a Philip Dick, intento a scrivere le ultime parole del suo intramontabile romanzo.
GALLERY: https://www.facebook.com/media/set/?set=a.10157270181015420&type=3

#CAGLIARI
Teatro Massimo, ottobre 2016
fotografie di Valentina Bifulco

Apollo 11
L'impresa di Armstrong e colleghi venne seguita in mondovisione da oltre 900 milioni di persone, 20 milioni erano italiani.
Da noi la vicenda ebbe anche un'altra ripercussione, tutta italiana: quella fu l'unica sera dal dopoguerra a oggi in cui non si registrarono furti né rapine, nemmeno un caso in tutto il paese. Non è mai più accaduto. La famiglia Pillittu, una delle tante incollate allo schermo, ha condiviso con molti cagliaritani quelo momento indimenticabile, e noi ne abbiamo le prove!
GALLERY: https://www.facebook.com/media/set/?set=a.10157270199330420&type=3

Le donne 46
La prima occasione di voto per le donne italiane fu durante le amministrative del 10 marzo 1946. Celestina Donatini di Pordenone si recò nel seggio elettorale per la prima volta; era un po' emozionata, come molte altre, ma non era sola; in quell'occasione l'affluenza superò l'89% degli aventi diritto, le donne aderirono in massa.
GALLERY: https://www.facebook.com/media/set/?set=a.256337489837520&type=3

#TERNI
Base X - festival es.terni, settembre 2015
fotografie di Arianna Lodeserto

The kitchen
Crescenzago, 1881. La signora Sada assaggia il nuovo prodotto del marito Pietro:
il primo boccone di bollito di manzo in gelatina servito in scatola.
Nasce la Simmenthal.
The bathroom
Siracusa, 250 a.c. circa. Archimede riceve una spinta verso l'alto pari al peso del fluido spostato: eureka!

First lady
8 dicembre 1660, per la prima volta nella storia del teatro inglese il ruolo di una donna è interpretato da una donna:
Margaret Hughes è desdemona.
GALLERY: https://www.facebook.com/media/set/?set=a.10153624396350420&type=3

CONDIVIDI