FESTIVAL

LABORATORI

MEME 2017

BISLACCO APPARATO
Esito finale dei laboratori
Sabato 18 marzo 2017
Teatro Masini di Faenza

Anche per quest’anno si rinnova la sinergia tra il gruppo faentino Menoventi e il Teatro Masini della città: la compagnia teatrale sarà infatti ospite di Accademia Perduta/Romagna Teatri per la presentazione dell’esito finale del laboratorio MEME 2017 (unità contagiosa di evoluzione culturale), ciclo formativo che Menoventi ha proposto a Faenza tra gennaio e marzo.

Si tratta di una serata anomala, un approdo per curiosi che potranno non solo assistere a due atti teatrali distinti (“Il giuramento” e “Survivre”), ma anche alla fondazione di una nuova comunità, quella nata dai laboratori e aperta alla cittadinanza intera. Nel corso della serata, gli spettatori potranno meglio decifrare di quale comunità sono chiamati a far parte e potranno anche godere di un (molto) intensivo corso di sopravvivenza, oltre che di un banchetto dove rifocillarsi con tarallucci e vino.

Protagonisti della serata saranno i ragazzi e le ragazze che hanno partecipato a MEME 2017, percorrendo un cammino guidato da Gianni Farina di Menoventi in collaborazione con la compagnia ravennate Fanny & Alexander e con quella francese Pardès Rimonim. Ma non sono gli unici ospiti del “Bislacco apparato” architettato da Menoventi: inconsapevolmente parteciperanno anche personaggi di calibro internazionale, tra cui Sylvester Stallone, Donald Trump, Donald Duck, Keanu Reeves, Gatto Silvestro, Benito Mussolini, Batman, Doreamon, Palla di Lardo, Totò Riina, Rossella O'Hara, Robin Williams, J.Jacques Rousseau.

DUE ATTI TEATRALI

1. IL GIURAMENTO
FANNY & ALEXANDER / MENOVENTI
Si assisterà alla creazione di una nuova comunità, sancita da una cerimonia di iniziazione e da un giuramento di fedeltà a questo novello corpo sociale, utopico e terrificante allo stesso tempo.
Attraverso i testi dei più famosi giuramenti della storia, ma anche la messa in campo di materiali mitici e biografici, si darà vita a questa strana forma paradossale, promessa fondativa di ogni possibile relazione sociale.

2. SURVIVRE
PARDES RIMONIM / MENOVENTI

Questo corto teatrale unisce il soggetto del persistere e del restare in vita alle derive di una ricerca formale sulla copia. Attingendo dal cinema, dalla musica, dalle arti visive e dalla vita di ciascuno di noi, i partecipanti sono stati guidati nella riproduzione del materiale di qualcun altro, cercando di appropriarsene e reinventarlo nonostante il vincolo di fedeltà all'originale.
Cosa significa copiare un’opera d’arte? Cosa sopravvive dell'originale? Cosa sopravvive nella copia di noi stessi?

CONDIVIDI