14 giugno 2021

con Tamara Balducci e Mauro Milone
Selezione e cura dei testi di Gianni Farina
Produzione E/Menoventi

Questo reading fa parte di un lavoro propedeutico alla messa in scena di una verità sfocata, prismatica, impossibile da restituire per mezzo di una singola prospettiva o di una compatta e coerente linea espressiva. A tutti è un collage polifonico che ci permette di assimilare qualche elemento di quell’intreccio tra arte e vita indagato da Serena Vitale, voce principale di questo montaggio di registri eterogenei. Il coro dei pettegolezzi, le voci dei colleghi, dei testimoni, degli amici, si intreccia alle lettere e alle opere di un poeta che – «non un uomo, un evento» – ha incarnato le utopie e le antinomie di un popolo e di un’epoca.
Altri determinanti ritagli del collage da: Lili Brick, Lev Trockij, Roman Jakobson, Marina
Cvetaeva.

A tutti è un reading propedeutico alla messa in scena de Il defunto odiava i pettegolezzi, depositato finale di un percorso triennale che ha generato una costellazione di progetti complementari per approfondire specifici interrogativi concernenti la vita e la morte di Majakovskij.
Nel 2019 debutta all’interno di Operaestate Festival Veneto il primo capitolo, lo spettacolo teatrale L’incidente è chiuso.
Nello stesso anno vedono la luce due progetti di approfondimento; il reading A tutti e l’incontro che interseca letteratura e scienza dal titolo Avanti, tempo!
Nel 2020 debutta per Ravenna Festival la mise én espace Buona Permanenza al Mondo, che viene declinata nell’omonimo radiodramma ospitato da Il Teatro di Rai Radio3.