UNITÀ CONTAGIOSA DI EVOLUZIONE CULTURALE

Casa del Teatro

via Oberdan, 7/A
Faenza [Facebook Event]

“MEME – unità contagiosa di evoluzione culturale” è un progetto di formazione rivolto a curiosi e appassionati a cui non è richiesta una specifica competenza pratica o professionale. Nel segno dell’apertura prosegue un percorso già avviato nel 2012 da Menoventi, compagnia faentina guidata da Gianni Farina e Consuelo Battiston, pluripremiata a livello nazionale. Dall’anno scorso a oggi il percorso si è modificato a favore di una proliferazione di collaborazioni e di offerte, a partire da una compagnia presente nella cooperativa E, fondata da Menoventi insieme a tre realtà ravennati: è infatti la presenza di gruppo nanou che arricchisce la seconda parte dell’offerta di MEME, proponendo un laboratorio che porta nel teatro i segni e i linguaggi della danza. Infine   In_Ocula, compagnia che insieme a Menoventi e Iris è tra gli organizzatori del festival Wam, proporrà per MEME un percorso più specificamente performativo.

Tre sguardi differenti, tre processi creativi e linguistici diversi, pensati secondo una logica comune: accompagnare i partecipanti attraverso un iter multidisciplinare e pluriforme, che sappia far interagire e convivere le differenti proposte, senza tentare un’improbabile fusione ma rispettandone differenze e alterità e attingendo forza proprio dal confronto e dallo scambio comune.

Ogni tappa è articolata in due week end di lavoro: si comincia con Menoventi (1/3 e 8/10 febbraio) per poi procedere con gruppo nanou (1/3 e 8/10 marzo) e concludere con In_Ocula (22/24 marzo e 5/7 aprile). Tutti i laboratori si svolgeranno presso gli spazi della Casa del Teatro di Faenza. Ogni proposta manterrà una propria direzione autoriale, guidata dalla poetica e dall’attitudine peculiare dei singoli gruppi, e confluirà in un proprio risultato finale. Ognuno dei tre esiti sarà presentato al pubblico in un unico evento finale, atteso il 14 aprile al Teatro Masini di Faenza.

MEME conferma così la sua natura mutevole ed evolutiva e rilancia un nuovo invito rivolto a tutti coloro che hanno qualcosa da mettere in gioco
PROGRAMMA

1/3 e 8/10 febbraio
Menoventi
ESERCIZI DI STILE

Orari (validi per entrambi i week end):
Venerdì: 20.00- 23.00
Sabato e domenica: 14.00- 19.30

Il gioco con le convenzioni del teatro e con gli strumenti propri dell’attore saranno i punti di appoggio per una ricerca che intende portare in luce il lavoro sotterraneo dello stare in scena, ribaltando e mescolando diverse modalità di rappresentazione.

Un mutamento continuo di tecniche volto alla ricerca di nuove prospettive dello sguardo, seguendo l’esempio illustre di Queneau, in cui il divertissement formale si trasforma e si estende fino a mettere in discussione – grazie alla pura forza del linguaggio – l’artificio della realtà.

Menoventi nasce nel 2005 dall’incontro di Consuelo Battiston, Gianni Farina e Alessandro Miele.
La compagnia ha all’attivo numerosi spettacoli; L’uomo della sabbia. Capriccio alla maniera di Hoffmann, l’ultima produzione del gruppo prodotta da ERT, è inserita nell’ambito del progetto internazionale Prospero.
Negli ultimi due anni, la compagnia ha vinto prestigiosi premi (la prima edizione del Premio Rete critica, i premi Hystrio e Lo Straniero).

1/3 e 8/10 marzo
gruppo nanou
DANCING HALL project

Orari (validi per entrambi i week end):
venerdì: 16.00-19.00
sabato e domenica: 15.00-18.00

Utilizzando elementi dello stretching e posture dello yoga, si affronteràun training comune basato su un lavoro dinamico sulle articolazioni, sulla loro complessità di connessioni e sulla possibilità di capovolgimento del corpo.Dagli elementi del training iniziale si svilupperà un lavoro di improvvisazione, dislocando il movimento articolare nello spazio per tracciare percorsi e traiettorie prestabilite alla continua ricerca di un “accordo” / sincronia temporale, che conduca alla creazione di un paesaggio coreografico ripetibile.

gruppo nanou nasce a Ravenna nel luglio del 2004 ad opera di Marco Valerio Amico, Rhuena Bracci e Roberto Rettura, come luogo d’incontro dei diversi ambiti di ricerca che caratterizzano il lavoro di ciascun artista: il corpo, il suono e l’immagine, che nel dialogo trovano un linguaggio comune dando vita ad un’opera organica.

La compagnia è vincitrice di numerosi premi nazionali, riconosciuta in Europa e sostenuta dalla Regione Emilia-Romagna e dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali.

22/24 marzo e 5/7 aprile
In_Ocula
RE-EXISTENCE

Orari (validi per entrambi i week end):
Venerdì: 20.00- 23.00
Sabato e domenica: 14.00- 19.30

Re-existence è il tema chiave del percorso: è ri-esistenza, la capacità del performer di mettersi in gioco generando una nuova identità reiterata nello spazio e nel tempo, ma èanche resistenza, azione concreta grazie alla quale egli re-agisce ed agisce direttamente sulla realtà che lo circonda.
A partire dagli elementi base della performing art (lo spazio e il corpo), si procederà alla creazione di un atto performativo live, all’interno del quale il performer si pone dinanzi al pubblico in una condizione di massima sincerità possibile, per generare uno spiazzamento e una presa di coscienza nello spettatore.

In_Ocula è un gruppo di ricerca nato alla fine del 2009 che opera nel teatro e nelle arti performative. Disambigua, primo progetto della compagnia, è un percorso in tre tappe ispirato alla figura di Lilith. Dai primi mesi del 2012, In_Ocula dà avvio a CrAcK, nuovo progetto di residenze artistiche e produzioni performative, incentrato sul confronto e lo scambio artistico fra Occidente e Medioriente.
In_Ocula è Cristina Ghinassi, Andrea Fronzoni, Federico Visi, Andrea Pedna.

EVENTO FINALE
Al termine dei tre percorsi, è prevista un evento pubblico finale che si terrà al Teatro Masini di Faenza domenica 14 aprile alle 21.00.

LUOGHI
I laboratori si terranno presso la Casa del Teatro di Faenza in via Oberdan, 7/A a Faenza.

Info e iscrizioni
tel. 0544.456716 / cell. 331 9528553
lab@inocula.it | laboratori_meme@hotmail.it
e-production.org